Atm, niente autobus a Camaro – San Paolo, non ci sono soldi per la segnaletica

Il servizio di trasporto pubblico manca uno dei quartieri più popolosi della città perché il Comune, da un anno, non trova soldi per i segni stradali

MESSINA – Niente autobus a Camaro – San Paolo. La linea 39 che doveva servire il popoloso quartiere non è stata ancora attivata. Anzi, non è stata ancora “allungata” perché arrivi pure lì. Era tutto pronto, mancava solo la segnaletica, richiesta già un anno fa con delibera dal Comune. Tutto fermo però perché mancano i soldi per una semplice segnaletica. Per questo tutto un quartiere, e dei più importanti, resta senza linea di trasporto pubblico.

 A denunciarlo il consigliere della terza circoscrizione, Alessandro Cacciotto: “Nella settimana europea della mobilità sostenibile, dove il Comune  sta con grande entusiasmo promuovendo diverse iniziative – esordisce Cacciotto –  suona come un vero e proprio paradosso quanto ad oggi caratterizza la mancata attuazione del percorso dell’autobus 39, per intenderci la linea di autobus che interessa il popoloso quartiere di Camaro San Paolo”.

“Parlo di disagi perché accade spesso di vedere tanta gente – ha proseguito – caricata come muli, con buste della spesa a seguito, fare lunghi percorsi per raggiungere le proprie abitazioni. Sottolineo invece il termine pericoli perché, normalmente, per avvicinarsi alle proprie abitazioni, gli anziani soprattutto della parte alta del villaggio, per usufruire di un autobus più vicino, devono attraversare l’arteria della super strada della via Comunale Camaro,  per intenderci quella che porta allo svincolo di Messina Centro, con evidenti rischi, visto lo scorrimento veloce di macchine e camion”.

Eppure era tutto pronto: “In data 4 agosto 2016, l’Atm. nelle persone del direttore generale  Foti, del ragioniere Trischitta e del signor Romato, hanno partecipato ad una seduta consiliare.

Letta la delibera n. 8 sul ripristino della linea autobus nella parte alta del quartiere di Camaro San Paolo, argomentata la delibera dallo scrivente, il direttore generale, Trischitta e  Romato, hanno condiviso le motivazioni che hanno “spinto” alla redazione della delibera e la necessità di porre un rimedio alla situazione”.

In particolare il Direttore Generale per coprire il tratto stradale rimasto da tantissimi anni privo di autobus, ha individuato in un “allungamento di percorso”, da parte dell’autobus 39, già in linea, la soluzione ottimale al problema, tenuto conto che i nuovi autobus sono dotati anche di telecamere.

Accolta dunque da parte dell’ Atm la richiesta della Circoscrizione di eliminare il disagio per tanti residenti della parte alta del popoloso quartiere di Camaro San Paolo, urge adesso la collocazione della segnaletica orizzontale e verticale, al fine di permettere che il processo, che determini il nuovo percorso dell’autobus 39, sia completo.

Con ordinanza n. 749/2016 trasmessa alla Circoscrizione in data 16.09.2016, il dirigente Mario Pizzino ha disposto la delimitazione delle fermate e la collocazione della segnaletica al fine di permettere che l’autobus 39 nel suo nuovo percorso possa finalmente prendere vita.

Purtroppo ad oggi, stiamo parlando di un anno, la situazione è ferma al palo. Il sottoscritto per un lungo periodo, recatosi personalmente a discutere sia con Trischitta e sia con Pizzino si è visto rispondere, da quest’ultimo, che il nuovo capolinea ed il nuovo percorso non si potevano ancora mettere in campo per mancanza di fondi per la segnaletica”.

Per questo il consigliere della terza circoscrizione ha formalmente presentato un’interrogazione: “Dal momento che l’inerzia, – ha concluso – sta comportando per i residenti seri disagi e seri problemi, soprattutto per le fasce più deboli.

 

Lascia un commento

avatar
400