Alessia Gazzola- Costanza e buoni propositi

Sequel di “Questione di costanza” uscito nel 2019, con “Costanza e buoni propositi” (di ottobre 2020) Gazzola torna a raccontare la vita di Costanza Macallè, trentenne determinata a cavarsela e consapevole di sapersi rialzare da sola dopo una caduta. La sua vita già travolta da una serie di cambiamenti è destinata a modificarsi di nuovo. Il suo sogno nel cassetto, quello di diventare medico, non lo ha ancora abbandonato, il padre di sua figlia è vicino alle nozze e tutto questo porta Costanza a dover rimettere in discussione tutto mentre fa i conti con un sito archeologico di Milano che porta a galla un mistero medievale.

 

Alfredo Buttafarro, Maurizio Cinquegrani, Ignazio Pandolfo, Giuseppe Picichè, Vincenzo Ragno, Giuseppe Ruggeri, Pasquale Russo, Domenica Scimone, Mario Oscar Venuti, Patrizia Vicari – Cara Messina ti scrivo ancora…

Anche questo un “sequel”, quello di “Cara Messina ti scrivo…”-
Dieci storie sulla città dello Stretto, su com’è e su com’era, una rappresentazione delle sue mille sfaccettature, dei suoi cambiamenti culturali e non solo. Territorio perfetto per far nascere miti, leggende ma anche dove poter ambientare ricordi, storie e far vivere personaggi.
Un’unione tra il passato e il presente, tra gli aspetti storici di Messina e le sue leggende, tra storie vere e di finzione in riva allo stretto.

 

Ester Isaja- Talmente Diversi

Un racconto breve che si snoda tra Montecarlo e Taormina. Gli elementi principali di questa storia? Un grande amore, un finale a sorpresa e un autore ingombrante. L’autrice con un linguaggio elegante e curato nei particolari permette al lettore di sentire e vivere gli odori, i sapori, le sensazioni raccontate nel libro.

 

Morgana Mazzù- Gli scappati di casa. Storia semiseria della fondazione di Zancle

Due uomini che si incontrano e si scontrano all’alba della nascita di Zancle, una delle più importanti colonie greche della Sicilia. I due proveniente da zone diverse mettono in campo i loro retaggi culturali e personali sullo sfondo di un tentativo di convivenza con la popolazione indigena fino a quando non si mette in mezzo una donna.
Integrazione, femminismo, diversità, sacralità, rispetto per la terra sono le chiavi di una storia di ironia che dal locale punta all’universale.

 

Giuseppe Siracusano- Luoghi e oltre

Una silloge poetica che racconta la vita dell’autore. Attimi e circostanze dai quali traspaiono sentimenti ed emozioni. Al centro di tutto ci sono l’amore, il passato che insegna, il tempo che stimola riflessioni. Con qualche riferimento al dialetto siciliano, le poesie di Siracusano celebrano la bellezza della vita descrivendo le sensazioni dell’animo umano.

 

Salvino Muscarello (messinese d’adozione)- La corrente invisibile 

Vincitore del premio “Storyteller 2020” Muscarello, nato a Milano ma trapiantato in Sicilia racconta la storia di Davide Bruno, giovane avvocato che una sera riceve la visita inaspettata del cavalier Galvani, l’uomo più potente della città che lo coinvolgerà nell’inchiesta sulla morte della giornalista Virginia De Falco. Il giovane avvocato accetta l’incarico di scagionare il cliente con qualche perplessità e le indagini lo porteranno a dare ragione ai suoi dubbi. Riscoprirà una storia vecchia trent’anni ricollegata al presente, fino alla verità.

 

Jessica Salmeri- Il tram che viaggiava nel tempo e Blossom Avenue n.8

Uno il sequel dell’altro, usciti a inizio e fine 2020, raccontano la storia di Marshal Yende scrittore e musicista in declino dopo la morte della moglie che un giorno scopre uno strano tram che lo fa viaggiare nel tempo. Da lì comincia a rivivere la sua storia d’amore con la donna nella loro casa di Blossom Avenue n°8 volendone cambiare il finale. Ma Marshal senza rendersene conto commetterà molteplici errori, di cui uno estremamente fatale.
Anche le copertine dei due libri sono made in Messina, a disegnarle Santi Urso.

 

Eleonora Iannelli- La scuola incantata dei bimbi in vestaglia

La storia di una bambina, Alice, che all’improvviso con la sua famiglia finisce in una fredda corsia d’ospedale, scoprendo così l’esistenza del dolore, ma anche la forza degli affetti familiari, della solidarietà, dell’amicizia, della speranza. Nella scuola incantata Alice troverà il coraggio per vincere la sfida: salvare il suo eroe. Ce la farà, con una terapia magica e portentosa.

 

Concetta La Vecchia- Lillo, Lele e Laura giocano a casa

Una raccolta di storie che hanno come tema il gioco e l’intrattenimento dei bambini nel calore della propria casa. I protagonisti sono Lillo, Lele e Laura, tre personaggi che in compagnia della Tata Agnese scoprono tanti giochi e nuove attività per passare il tempo in casa.

 

Vincenzo Recupero e Fabio Franchi- La storia delle serie tv da Magnum P.I. all’altro ieri

Una disamina su come le serie tv abbiano cannibalizzato l’intrattenimento diventando, negli ultimi anni, il nord della bussola della cultura pop. Partendo dalle ingenue serie dei primi anni ’80 (e da un’icona come Magnum P.I.) il volume racconta come sia cambiata la televisione ed il suo impatto sugli spettatori arrivando alle maxiproduzioni di oggi come Game of Thrones e Westworld. In mezzo tanti altri serial diventati cult come Twin Peaks, Seinfeld, Friends, Lost, Sex and The City, I Soprano, Breaking Bad, Mad Men, i successi più recenti come Stranger Things e The Boys e tante altre chicche, magari meno mainstream, ma che meritano un’occhiata. Un totale di oltre 100 serie raccontate, con una buona dose di ironia in 400 pagine interamente illustrate e scritte da messinesi.

 

Salvatore Arrigo- L’amore è vergine

“L’Amore è Vergine” vuole essere un’ affermazione provocatoria su un sentimento che può lasciare spazio a varie interpretazioni. Un libro sulle varie forme di amore, con un punto chiave: quello vero non puo’ mai prescindere dalla sua verginità. Non tutti sono in grado di riconoscerlo o di provarlo, poiché ogni forma di amore deve essere l’espressione più alta dell’amore stesso. Un concetto semplice, ma allo stesso tempo molto complicato, che con questa opera vuole essere il vero spunto di riflessione.

 

Serena Manfrè- Dieci

Dalla penna della giornalista Serena Manfrè, qualche settimana fa è venuto fuori un compendio di racconti a sfondo erotico che narrano non solo di sesso, ma anche d’amore e di chimere, di fuga e della quotidiana scelta di rimanere, con un linguaggio che non si nasconde: esplicito, diretto, a volte secco, che dice dell’immaginato e del vissuto.

Perchè, per dirla con le note di copertina, “C’è chi fa molto sesso, chi molto poco e chi, per svariate ragioni, non lo pratica affatto. C’è chi ha interesse per persone di sesso opposto al proprio e chi predilige quelle del suo stesso sesso, mentre c’è chi parla tantissimo di sesso, chi non ne parla affatto, chi è pieno di tabù e, forse, chi non ne ha. Dal canto mio credo di poter dichiarare con quasi assoluta certezza che, comunque ciascuno si approcci al sesso, non esista individuo privo d’interesse in merito all’argomento. Perché il sesso è vita. È vita perché senza il sesso non è possibile il concepimento. È vita perché l’apice di un atto sessuale è pura energia vitale”.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments