Esplosione a Barcellona, il cordoglio della politica e il monito dei sindacati

I messaggi di vicinanza di sindaci e deputati, dal sindaco Roberto Materia all'ex primo cittadino di Messina Peppino Buzzanca, mentre Cisl e Ugl chiedono più sicurezza, controlli e prevenzione sui luoghi di lavoro

 

MESSINA. In attesa che si faccia chiarezza sulle dinamiche, il mondo della politica esprime tutto il suo cordoglio per la tragedia di Barcellona Pozzo di Gotto dopo l’esplosione in un deposito di fuochi pirotecnici che è costata la vita a cinque persone. Dal sindaco Roberto Materia ai deputati nazionali, sono tantissimi i messaggi di cordoglio apparsi in queste ore sui social. «È una tragedia enorme per la nostra comunità, sono persone che conoscevo e grandi lavoratori», ha commentato il primo cittadino, ricordando i titolari della ditta, che più volte avevano collaborato con il Comune e con le parrocchie per l’organizzazione di eventi e feste patronali.

Il cordoglio arriva anche da esponenti della Regione e dello Stato. «Il mio cuore piange per le vittime del deposito di giochi d’artificio della ditta Costa di Barcellona Pozzo di Gotto. Una immane tragedia quella che ha colpito questo pomeriggio la nostra città, una disgrazia purtroppo maturata in un luogo di lavoro. In questo momento dove ogni parola è superflua, desidero esprimere vicinanza e tutto il mio cordoglio alle famiglie così duramente colpite», scrive Ella Bucalo di Fratelli d’Italia, mentre su twitter il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo si sofferma sulla necessità di potenziare la sicurezza sul lavoro: «Presto sarà operativa la patente a punti che premia le aziende virtuose», spiega.

«Non ci sono parole per commentare una tragedia come quella di ieri, che ha squarciato il cuore di un’intera comunità. Esprimo la mia solidarietà e la mia vicinanza ai familiari delle vittime e a tutti i cittadini di Barcellona, colpiti da una disgrazia che deve farci riflettere sull’importanza della sicurezza e della prevenzione nel mondo del lavoro. Grazie a tutti i soccorritori, al personale del 118 e ai Vigili del Fuoco per la loro dedizione, la loro professionalità e il loro coraggio», è il commento della senatrice Grazia D’Angelo del M5s. Cordoglio anche da parte del deputato Francesco D’Uva e della deputata Barbara Floridia, che ringrazia i soccorritori.

«Esprimo il mio cordoglio personale alle famiglie delle vittime dell’esplosione avvenuta a Barcellona», scrive invece il presidente dell’Ars Gianfranco Micciché. Dello stesso tenore il post del Governatore Nello Musumeci: «Dolore e sgomento per la morte di cinque persone e il ferimento di altre due nell’esplosione della fabbrica a #BarcellonaPozzodiGotto. Alle famiglie delle vittime va il sincero cordoglio della comunità siciliana, ai feriti l’augurio di una pronta guarigione».

«Di ritorno da Palermo vengo informata di questo incidente drammatico. Prego per le vittime dell’esplosione a Barcellona e per quanti superstiti hanno vissuto questa tragedia. Un ringraziamento ai Vigili del Fuoco e alle Forze dell’Ordine e i sanitari e tutti i soccorritori che stanno intervenendo», commenta Elvira Amata.

Fra i tanti messaggi di cordoglio anche quello dell’ex sindaco di Messina Peppino Buzzanca: «Il mio pensiero va ai 4 ragazzi ed alla Signora Costa, che ha pagato con la vita il suo attaccamento al lavoro dopo che alcuni anni fa in circostanze analoghe aveva perso un figlio.Sono vicino al dolore delle famiglie alle quali mi stringo con un abbraccio affettuoso».

A prendere posizione anche varie sigle sindacali. «Siamo sgomenti per i morti di Barcellona, gli ennesimi in un luogo di lavoro. Servono più sicurezza, più controlli e più prevenzione. Bisogna far crescere la cultura della sicurezza sul lavoro», commentano i vertici della Cisl.

«La prevenzione sta alla base del lavoro. Ci stringiamoci alla famiglia», scrive in una nota il segretario Tonino Sciotto dell’Ugl, che fa le proprie condoglianze ai familiari delle vittime: «Oltre a rappresentare una tragedia, questa è anche l’ennesima strage nel mondo del lavoro e per questo l’Ugl nazionale, ma soprattutto provinciale, tiene a fare le proprie condoglianze alla famiglia, a cui si stringe. La prevenzione sta alla base di ogni operazione ed è per questo che il nostro sindacato promuove, e lo farà sempre, iniziative sulla sicurezza sul lavoro, come la campagna che a breve partirà con le scuole e come l’iniziativa nazionale ‘#lavorarepervivere».

 

 

Lascia un commento

avatar
400