Terzo Quartiere: “Acquisiamo la massicciata delle ferrovie di Gazzi. E poi demoliamola”

Il consiglio circoscrizionale lancia la proposta al Comune per poter realizzare un parcheggio o un'area adibita al verde. "Nell'area occupata dalla ferrovia proliferino erbacce, spazzatura, ratti e serpi"

 

MESSINA. Fra Gazzi e Provinciale c’è una vecchia ferrovia, inutilizzata e sostituita dalla Galleria dei Peloritani. Per questo il consiglio della III Circoscrizione ha invitato l’amministrazione comunale, con i relativi servizi di competenza, ad acquistare l’area, di proprietà di Rfi, che comprende la massicciata ferroviaria e il ponte in ferro di Via Consolare Valeria per poterne progettare l’abbattimento, adibendo lo spazio per dei parcheggi o per il verde.

“Tale massicciata collega i due ponti in ferro di cui uno tutelato dalla Sovrintendenza come esempio di
ingegneria pontieristica di fine 800 e l’altro che si trova in via consolare Valeria, il quale invece non presenta alcun tipo di pregio né ingegneristico né storico”, si legge sulla delibera che sottolinea anche come nell’area occupata dalla ferrovia proliferino erbacce, spazzatura, ratti e serpi.

“Questa Circoscrizione, prendendo atto della inutilità della massicciata, ritiene più utile un eventuale
abbattimento della stessa”, scrivono sul documento, aggiungendo che l’intervento di abbattimento risulterebbe di sicurezza civica, visto che causa “problemi di igiene cittadina”;

“Il Comune di Messina può acquisire tale area sulla scorta di quello che è stato fatto nel tratto interessato ai lavori di Via Don Blasco”, conclude la delibera

 

Lascia un commento

avatar
400