Il premio “Migliore giovane ricercatore under 40” della Siai a uno specializzando messinese

Si tratta di Alberto Cacciola, premiato per l’eccellenza dei risultati ottenuti nella ricerca scientifica in campo morfologico

 

MESSINA. Alberto Cacciola, specializzando in Radioterapia e allievo nell’Istituto di Anatomia Umana nel Dipartimento di Scienze Biomediche, Odontoiatriche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali dell’Università di Messina, ha ricevuto il Premio come “Migliore Giovane Ricercatore under 40” in occasione del 73° congresso nazionale della Società Italiana di Anatomia e Istologia (SIAI), tenutosi a Napoli dal 22 al 24 settembre 2019.

La commissione giudicatrice della Siai, presieduta da Carlo Tacchetti, membro del Consiglio Direttivo della medesima società e Ordinario presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, ha premiato il ricercatore messinese per l’eccellenza dei risultati ottenuti nella ricerca scientifica in campo morfologico.

Particolarmente gratificante è stato il giudizio della commissione scientifica: «Tramite l’utilizzo di imaging avanzato di risonanza magnetica combinato con metodiche sofisticate di modeling del segnale e di ricostruzione trattografica, il dott. Cacciola ha dato nuova vita alla gross neuroanatomy nel vivente, identificando nuovi patterns di connettività strutturale tra i nuclei della base, la corteccia cerebrale e il cervelletto, caratterizzandone l’organizzazione topografica e analizzandone le implicazioni fisiopatologiche nella pratica clinica. Pertanto, vista la giovane età e l’utilizzo di tecnologie avanzate che hanno portato nuove scoperte nel campo dell’anatomia macroscopica, la commissione scientifica lo ritiene  meritevole di questo riconoscimento». 

Lascia un commento

avatar
400