Rinnovi contrattuali del Cas, l’Ugl Messina chiede un confronto per sbloccare la situazione

La segretaria Anna Sidoti: “Il Consorzio deve confrontarsi sulla questione con estrema urgenza. Se non vuole farlo con noi sindacati, che lo faccia almeno con i dipendenti, perché in un modo, o nell’altro, la questione va risolta”

 

MESSINA. Una convocazione per l’avvio di un percorso comune tra l’Ugl Messina e il Cas, da realizzare in tempi brevi, per la annosa e vergognosa questione del mancato rinnovo contrattuale. È quanto richiesto dalla segretaria provinciale dell’Ugl Messina (viabilità e logistica), Anna Sidoti, che contesta una situazione ormai ferma da 12 anni.

“Se il Cas non vuole confrontarsi con noi sindacati, che lo faccia almeno con i dipendenti, perché in un modo, o nell’altro, la questione deve essere sbloccata e risolta: i lavoratori hanno diritto di sapere se le attese e le disattese speranze devono continuare fino al loro pensionamento”, spiega la segretaria Sidoti, di concerto con il segretario generale territoriale di Ugl Messina, Antonino Sciotto.

“E’ questa la nostra attuale priorità, il primo passo che deve essere fatto, a maggior ragione dopo la bocciatura dell’emendamento di ieri da parte della quinta Commissione dell’Ars, provvedimento che avrebbe permesso la trasformazione della natura giuridica del Cas da Ente non economico a Ente pubblico economico”, conclude Anna Sidoti.

Lascia un commento

avatar
400