Scappa dai domiciliari, tenta il furto di auto e aggredisce i poliziotti. In manette un messinese

L'uomo si trovava agli arresti presso la sua abitazione quando è stato sorpreso e inseguito in strada dalle forze dell'ordine. Una volta arrestato ha anche posto resistenza e aggredito un pubblico ufficiale. Oggi rito per direttissima

 

MESSINA. Era stato arrestato pochi giorni fa dai poliziotti delle volanti impegnati nel controllo del territorio. Santino Soffli, messinese di 37 anni, era stato sorpreso nottetempo in possesso di numerosi arnesi da scasso che maldestramente aveva cercato di nascondere.

Poco distante gli agenti avevano accertato che due auto erano state già forzate e messe a soqquadro. All’uomo erano stati contestati anche i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale perché, trasferito presso la caserma Calipari, non aveva esitato ad aggredire il personale intervenuto e a danneggiare arredi e suppellettili in ufficio.

Sottoposto agli arresti domiciliari, ieri è stato individuato in strada dagli operatori di volante che lo hanno prontamente arrestato, stavolta per il reato di evasione, e trasferito nuovamente presso gli uffici di polizia. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il trentasettenne sarà giudicato stamani con rito direttissimo.

Lascia un commento

avatar
400