Cinque festival estivi in Sicilia a cui partecipare almeno una volta nella vita

Dalla musica indie dell'Ypsigrock al grande cinema di Taormina, passando per il Cous Cous Fest di San Vito fino al ciclo di rappresentazioni classiche al Teatro Greco di Siracusa: guida agli eventi culturali che animeranno la bella stagione

Ypsigrock

Categoria: Musica
Data: tra l’8 e l’11 agosto 2019
Località: Castelbuono (PA)

Ypsigrock è il primo boutique festival d’Italia, ormai punto di riferimento di tutti gli appassionati di cultura indie. Il festival è stato fondato nel 1997 a Castelbuono, paesino siciliano, a poco più di un’ora e mezza di strada da Palermo, a una decina di chilometri dal mare e incastonato in una splendida vallata, per opera di alcuni giovani del luogo appassionati di musica indie e alternative rock. L’idea è quella di riuscire a far suonare gli artisti preferiti di sempre in casa propria, organizzando un festival ispirato alla vincente formula degli eventi internazionali.

In questi anni sono arrivati a Castelbuono molti artisti che mai avevano suonato in Italia esibendosi, nella quasi totalità dei casi, in esclusiva italiana. Tra le band di maggior prestigio che hanno scritto il loro nome nella storia del festival vi sono Editors, Mogwai, Daughter, Savages, Moderat, Battles, Metronomy, Primal Scream, Future Islands, Caribou, Belle & Sebastian, Dinosaur Jr., Mudhoney, Architecture In Helsinki e tanti altri talenti internazionali ed italiani. Ypsigrock, inoltre, è stato il teatro del debutto italiano di grandi nomi della musica mondiale tra i quali vi sono Jon Hopkins, Alt-J, SOHN, Django Django, Hinds, Fat White Family.

Il grande consenso unanime degli appassionati e della critica specializzata su queste prestigiose band, ha permesso nel 2015 ad Ypsigrock di essere eletto miglior festival d’Italia agli Onstage Awards.

Con vent’anni di esperienza alle spalle, Ypsigrock quest’anno arriva alla 23esima edizione ed è diventato una certezza e un modello nel panorama internazionale, ed è percepito come un evento imperdibile per la qualità artistica e per la bellezza estetica degli angoli più incantevoli di Castelbuono dove rivive.
web: http://www.ypsigrock.it/

Festival del Teatro Greco

Categoria: Teatro / Musica
Data: tra il 10 maggio e il 6 luglio 2019
Località: Siracusa

Il ciclo di rappresentazioni classiche al Teatro Greco, capaci negli ultimi due anni di attirare quasi 300 mila spettatori, si sono sempre più affermate come un momento sociale durante il quale la comunità si ritrova per riflettere su temi che scuotono ancora oggi le coscienze.

Il filo conduttore della 55esima edizione è Donne e guerra.
Le tre nuove produzioni della stagione 2019 del Teatro Greco di Siracusa Elena di Euripide, Le Troiane di Euripide e Lisistrata di Aristofane ruotano attorno a intense e indimenticabili figure femminili accomunate dal grido di dolore e di rabbia contro l’insensatezza della guerra. Dal ciclo di tragedie classiche 2019 in programma al Teatro Greco di Siracusa si leva così un messaggio antimilitarista in un momento storico in cui migliaia di persone nel mondo sono vittime ogni giorno della violenza e dei conflitti.

Anche quest’anno nell’imponente teatro greco di Siracusa andrà in scena il ciclo di rappresentazioni classiche a cura della Fondazione Inda.
Quest’anno propone tre registi al loro debutto al Teatro Greco di Siracusa, Davide Livermore, Muriel Mayette e Tullio Solenghi e tre grandi interpreti, Laura Marinoni, Maddalena Crippa ed Elisabetta Pozzi, attrici che hanno fatto la storia del teatro italiano e sono molto amate dal pubblico siracusano.

Imponente l’impegno per offrire tre mesi di spettacoli ed eventi unici di altissimo livello con nomi di rilievo a livello internazionale. Tre sono le nuove produzioni, 48 le repliche del ciclo di tragedie tra il 9 maggio e il 6 luglio, oltre 100 gli attori che si esibiranno nella cavea del Teatro Greco di Siracusa, due gli eventi unici: il primo luglio Luca Zingaretti legge La Sirena dal racconto Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, il 25 luglio il concerto di Ludovico Einaudi; ed ancora incontri ed esposizioni che faranno di Siracusa una “Città teatro” dove riflettere, emozionarsi, indignarsi, creando un corto circuito fra passato e presente di grande attualità.
web: http://www.indafondazione.org/

Festa Medievale di Motta Sant’Anastasia

Categoria: Rivisitazioni storiche / Spettacolo / Folclore / Gastronomia 
Data: tra l’10 agosto e il 18 agosto 2019
Località: Motta Sant’Anastasia (CT)

Per un’intera settimana, il borgo antico di Motta Sant’Anastasia torna a rivivere l’atmosfera del passato. Ci s’imbatte in giullari, armigeri, dame e cavalieri, dimenticandoci del presente, si sogna e ci si diverte, riscoprendo l’incanto del teatro di strada.
Durante tutte le serate è possibile incontrare artisti di strada, sbandieratori, musici e tanto altro.

Quest’anno è la 24esima edizione. L’Associazione Casa Normanna, con l’obiettivo di raggiungere un connubio fra storicità e spettacolo, per un’intera settimana trasforma nelle strade e nelle piazze il borgo di Motta Sant’Anastasia, con l’intento di far rivivere l’atmosfera del passato.

In questa atmosfera magica non può mancare la cena a corte con la quale s’intende ricreare quei banchetti fastosi, allietati da menestrelli in costume, danzatrici e giullari, tutto alla presenza della corte nobiliare: un modo insolito di fare storia attraverso il gusto e la tradizione.

Per un pasto più fugace, ma non meno gustoso, le attrezzatissime cucine del rione propongono un’assortita varietà di zuppe e pietanze arabo-andaluse – con alcune prelibatezze come l’Harirae il cous cous – ma non mancano gli arrosti e i dolci accompagnati da un buon bicchiere di vino speziato (l’Hyppocrassum) da bere facendo un salto alla Taberna.

Le ricerche storiche, le tradizioni popolari, gli aneddoti, costituiscono le fonti cui si fa ricorso, di anno in anno dal 1996 ad oggi, per far rivivere uno squarcio di vita medievale. La manifestazione si snoda tra le viuzze rionali del centro storico, dove giullari, mangiafuoco e menestrelli, con le loro piroette e la loro giocoleria coinvolgono il visitatore. Negli angoli più caratteristici si svolgono le scene di vita quotidiana specie nelle taverne e nelle osterie dove tra un sorso e l’altro di un buon bicchiere di vino ci si troverà seduti accanto a cavalieri erranti che ammaliati da dolci donzelle non disdegneranno di sguainare le loro spade contro i villani e i prepotenti.
web: https://www.casanormanna.it/

Cous Cous Fest

Categoria: Gastronomia / Cultura / Musica 
Data: tra il 20 settembre e il 29 settembre 2019
Località: San Vito Lo Capo (TP)

Giunto alla 22esima edizione, tra profumi, colori e sapori provenienti da tutto il mondo, a San Vito Lo Capo, il Cous Cous Fest – festival dell’integrazione culturale è un evento gastronomico internazionale. Nasce dalla voglia di mettere attorno ad un semplice piatto della cucina mediterranea, la passione per il cibo, lo scambio culturale, la pace tra i popoli e tanta buona musica. Una sfida non da poco, su cui si concentra per 10 giorni l’interesse di tutto il mondo, culinario e non solo.

Partendo dall’idea che il cibo è uno strumento di integrazione culturale, l’evento ruota attorno al Couscous in quanto pietanza simbolo di storia e unione dei popoli che si affacciano sul Mediterraneo, nel tempo arricchito con gli ingredienti tipici delle varie culture gastronomica.

Il couscous fest di San Vito Lo Capo è un viaggio del gusto, attraverso le vie della borgata siciliana alla scoperta del Couscous preparato nelle più svariate versioni, è anche un Festival Internazionale dell’integrazione culturale che ogni anno, grandi Chef giungono in questo splendido angolo di Sicilia, da diversi paesi, per vivere, col pretesto della cucina, un’esperienza unica, confrontandosi in allegria tra i fornelli, preparando Couscous originali e gustosi circondati da un pubblico sempre più attento e numeroso.

In un’atmosfera multietnica si possono degustare il piatto della pace nelle 6 Case del Cous Cous che si trovano lungo le vie del centro oppure sulla spiaggia in una tenda berbera o al WAHA dove vi sentirete tra le dune del deserto.

Accanto alla gara gastronomica e alle degustazioni, il festival è anche cultura e spettacolo. La sera vede l’avvicendarsi di importanti artisti sul palco e concerti gratuiti. Il programma dei concerti e spettacoli 2019 è ancora in allestimento. Al momento è confermata la presenza della band Boomdabash e di Mamhood, vincitore dell’ultimo festival di Sanremo.
web: https://www.couscousfest.it/

Taormina Film Fest

Categoria: Cinema
Data: tra il 30 giugno e il 6 luglio 2019
Località: Taormina (ME)

Giunto alla 65esima edizione, il TFF è un festival cinematografico internazionale che ha ospitato negli anni registi e attori italiani e di tutto il mondo come ad esempio Federico Fellini nel 1965, Woody Allen nel 1971, John Woo nel 2000, Robert De Niro nel 2010. Nel corso della manifestazione non mancano anteprime da tutto il mondo, cortometraggi e retrospettive.

L’evento si articola anche in un concorso che presenta varie opere in anteprima internazionale, in una serie di lezioni di cinema dette Campus tenute da noti cineasti. Le prime serali si svolgono nell’incantevole Teatro greco antico di Taormina.

La rinnovata formula del festival, tra una media di 10 proiezioni giornaliere, destina al pubblico anche lezioni di cinema con ospiti eccellenti e focus tematici che rispettano la storia e le ambizioni della kermesse  ma che  aprono  alle  nuove  prospettive  dell’industria:  Apple ad esempio, quest’anno  debutta  ufficialmente  da protagonista in un festival internazionale come produttrice di contenuti televisivi e al pubblico della rassegna saranno presentati anche il documentario “The Elephant Queen” e il film “Hala”, alla presenza dei relativi cast, in un’operazione di grande impatto promozionale e distributivo. Sede delle proiezioni sarà il Palazzo dei Congressi di Taormina che, con una capienza di 920 e 220 posti, ospiterà proiezioni, conferenze e incontri.

Non mancheranno gli ospiti, con le numerose delegazioni dei cast artistici e tecnici delle opere invitate provenienti da tutto il mondo, unitamente ai Premi Oscar, ai divi e ai volti iconici del grande schermo che nella perla dello Jonio non sono mai mancati. Garanzia ne sono le due giurie tecniche (Feature Films e Documentary) – la prima presieduta dal tre volte vincitore dell’Academy Award Oliver Stone – e composte da personalità eccellenti del cinema o della cultura di diversi Paesi. Il percorso della Selezione Ufficiale e la reintroduzione dei premi storici della Rassegna (Premi Cariddi a film, regia,documentario, Maschere di Polifemo a miglior interpretazione maschile e femminile, 8 Taormina Arte Awards a personalità che hanno illustrato la Settima Arte) si conciliano con la finalità della Rassegna di favorire la conoscenza e di promuovere la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme, in un clima di libertà e di confronto tra culture, realtà e linguaggi diversi dell’audiovisivo, con particolare riguardo  a  quello  d’oltreoceano  e  a  quello  indipendente,  agli  esordi,  agli  autori  emergenti,  alle cinematografie minori ma anche alle opere che si misurano con i generi e la produzione corrente con intenti d’innovazione e di singolarità creativa. A fare da contraltare prodotti destinati al grande pubblico, che coniugano i generi, le destinazioni, i segmenti del mercato e dell’industria, facilitandone nel momento apicale del turismo estivo la diffusione e la promozione in un festival di formula generalista, aperto a ogni fascia di pubblico, senza trascurare aspetti sia mainstream che autoriali.

Il festival è soprattutto un evento della città e a questa destinato: mostre, appuntamenti e allestimenti valorizzeranno così i luoghi e gli spazi, promuovendone pubblicamente l’immagine.

web: https://www.taorminafilmfest.it/

Lascia un commento

avatar
400