L’isolato 13 cade a pezzi. Il V quartiere: “rischio per la pubblica e privata incolumità”

Il consigliere di circoscrizione Franco Laimo fa appello a Comune e Iacp perchè intervengano: "le famiglie ne lamentano le precarie condizioni: calcinacci che cadono, umidità, aria angusta, sicurezza precaria"

 

MESSINA. “Le palazzine dello storico isolato 13 nel cuore del Rione Giostra, presentano evidenti segni di logorio e mancata manutenzione in questi ultimi vent’anni; gli interni scala e le facciate necessitano un improcrastinabile recupero e le famiglie ne lamentano le precarie condizioni: calcinacci che cadono, umidità, aria angusta, sicurezza precaria”.

Lo spiega il consigliere della quinta circoscrizione Franco Laimo. Proprio qualche giorno fa l’argomento è stato trattato nella quarta commissione consiliare “Ambiente e Territorio” da lui presieduta.
“Le immagini esposte ed esaminate durante i lavori di commissione parlano chiaro: ambienti e spazi comuni interni fatiscenti e rischio per la pubblica e privata incolumità. Non poco tempo fa qualche intervento di ripristino e manutenzione in due balconi di due abitazioni è stato effettuato da parte dell’amministrazione e IACP; ci si auspica adesso che in un futuro non troppo lontano le famiglie delle palazzine dell’isolato 13 possano vivere in ambienti maggiormente agiati e soprattutto sicuri”, conclude Laimo.

Lascia un commento

avatar
400