Scuole in degrado nella terza Circoscrizione, ieri il primo incontro tra il consigliere Alessandro Geraci e i dirigenti scolastci

Il presidente pentastellato della Commissione Cultura e Istruzione: "Lo scopo di questi incontri è quello di produrre un documento di sintesi da inoltrare a dirigenti e assessorati competenti, per sollecitare la risoluzione delle criticità prima dell’inizio dell’anno scolastico"

 

MESSINA. Si è svolta lunedì 10 giugno, presso la sede della terza circoscrizione, il primo incontro programmato dal presidente della Commissione Cultura e Istruzione Alessandro Geraci con i dirigenti scolastici ricadenti nel Quartiere, con lo scopo di redigere una relazione da inoltrare all’amministrazione comunale sullo stato degli istituti.

Presente anche la Preside Luisa Lo Manto, accompagnata dalla vicaria Barbara Correnti per gli istituti comprensivi La Pira/Gentiluomo che comprendono 8 plessi scolastici nella Vallata tra Camaro e Bisconte, di cui 4 di prima infanzia 3 primarie e 1 di scuola secondaria (scuole medie).

“Lo scopo di questi incontri – spiega il consigliere Geraci – è quello di produrre un documento di sintesi da inoltrare a dirigenti e assessorati competenti, in modo da sollecitare la risoluzione delle criticità emerse, prima dell’inizio dell’anno scolastico”.

“Diverse le problematiche descritte dagli ospiti della commissione – prosegue il consigliere pentastellato – dalle richieste di scerbatura rimaste inevase da 1 anno, che hanno reso i cortili quasi inutilizzabili ai piccoli alunni ,costringendo la scuola a richiedere urgenti interventi di disinfestazione e derattizzazione; agli scantinati del plesso La Pira (che ospita la sede della circoscrizione) totalmente abbandonati ed inutilizzati, ormai covo di topi“.

“Ma le più gravi sono sicuramente emerse nella Scuola Gentiluomo di Camaro,  priva di riscaldamento, umidità in tutto il piano terre  e con un impianto elettrico da adeguare; assente anche l’impianto anti incendio e il piano superiore risulta inagibile per mancanza di scala in caso di evacuazione, cancelli carrabili e porte di emergenza da sostituire e rimodernare”.

“Emblematica anche quello che sta accadendo alla Scuola Elementare di Bisconte – continua Geraci – chiusa da 1 anno per lavori di ristrutturazione. La dirigente Lo Manto, infatti, ci denuncia i ripetuti furti che sta subendo la scuola durante i lavori:  ‘Gli operai non hanno il tempo di completare un lavoro che di notte si ritrovano danneggiati e rubati anche i materiali usati per l’impiantistica, risulta necessario un sistema di antifurto e videosorveglianza per la consegna prevista a fine estate, per evitare uno spreco di denaro pubblico’ “.

“Tutte queste mancanze e disagi – prosegue il presidente di commissione – comportano una perdita di iscrizioni annuali, ed è questa la vera sconfitta per i nostri villaggi che pian piano stanno perdendo sempre più la loro identità. I bambini sono l’anima di una comunità e le attività scolastiche ed extra scolastiche devono essere il fulcro dei villaggi che, invece, stanno diventando sempre più dei quartieri dormitorio senza alcuna attività che li renda vivi”.

“Sarà impegno di questa commissione – conclude Geraci – battersi per sollecitare l’attuale amministrazione a mettere in campo tutti gli strumenti possibili per porvi rimedio”.

Lascia un commento

avatar
400