Baracche, Matilde Siracusano spiega a Matteo Salvini: “Vanno affrontate in maniera emergenziale”

Question time alla Camera, la deputata di Forza Italia al ministro dell'Interno e vicepremier (che di baracche in città ne ha parlato più volte, senza che questo sortisse mai alcun atto concreto): "lo slogan ‘prima gli italiani’ deve valere anche per Messina"

 

MESSINA. Le baracche di Messina tornano argomento “caldo” a Montecitorio. Intervenuta nella seduta odierna del Question Time alla Camera con il ministro dell’Interno Matteo Salvini, la deputata di Forza Italia  Matilde Siracusano ha ribadito la questione dell’opportunità di affrontare la questione come un’emergenza, in risposta al Vicepresidente del Consiglio circa lo sgombero della Baraccopoli di Messina.

“Ritengo necessario – afferma Siracusano – concedere alla Regione Siciliana i poteri straordinari per risolvere una situazione che se non è emergenziale, vuol dire che viviamo in uno Stato ipocrita. Inoltre, le baracche sono presenti a Messina dal 1908 però, le cattive gestioni amministrative del passato, non possono diventare un alibi per non risolvere il problema. Infine, lo slogan ‘prima gli italiani’ caro al ministro Salvini deve valere anche Messina, quindi dico prima i messinesi”.

Lo stesso Salvini, in campagna elettorale lo scorso anno, si era fatto un giro nella baraccopoli di rione Taormina, ribadendo poi l’impegno il 14 agosto, in visita in città. Passerelle che non hanno sortito il benchè minimo effetto.

Lascia un commento

avatar
400