Presentato oggi a Messina “Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza”

Partono ufficialmente dalla Sicilia i tavoli di lavoro in vista dell’edizione 2019 di Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza, campagna nazionale per la sensibilizzazione contro i disturbi uditivi ideata e organizzata da Nonno Ascoltami Udito Italia Onlus, che quest’anno festeggia il traguardo dei 10 anni di attività. Oggi, venerdì 10 maggio, a Messina, si è svoltoil primo workshop dal titolo “Nonno Ascoltami! nuovo modello di prevenzione”: al tavolo interverranno i rappresentanti delle istituzioni e delle università, insieme a tutti gli stakeholder che prenderanno parte all’organizzazione delle giornate di prevenzione in piazza. L’incontro si è svolto nella sala Ovale di Palazzo Zanca (piazza Unione) – Messina con  Luigi Bonanno, Consigliere nazionale ANAP, Alessandra Calafiore, Assessore ai Servizi Sociali, Comune di Messina, Franco De Domenico, Membro VI Commissione Sanità, Regione Sicilia, Giacomo Caudo, Presidente Naz. FIMMG, Francesco Galletti, Direttore Clinica ORL Polic. Univ. Messina, Bruno Galletti, Direttore Unità Op. di Microchirugia Auricolare, Felice Cascio, Dirett. UOC ORL Osp. Papardo, Enzo Milone, Dirett. UOC ORL Osp. Milazzo, Antonio Politi, Dirett. UOC ORL Osp. Taormina, Elvira Amata, Membro VI Commissione Sanità Regione Sicilia, Giancarlo Alfani, Direttore Nonno Ascoltami! – Udito Italia Onlus, Davide Bagnato, Croce Rossa Italiana Comitato di Messina.

Presenti anche Giusy Costa in rappresentanza della I.C. “Paino-Gravitelli”, Giusy Gambino referente dell’I.C. “Pascoli-Crispi”, Nino Micali, presidente del centro culturale “Amici dello Jaci”, Basilio Maniaci, presidente dell’Università della terza età, Rosellina Zamblera Crisafulli, presidente dell’AMMI, Immacolata Pulicano, presidente della scuola di musica Ars Nova Messina, Giuseppe Pracanica, vice presidente della Consulta Comunale delle Organizzazioni Sociali e Maurizio Provenzano, presidente del Lions Club Messina Ionio.

La campagna Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio, Ministero della Salute e del supporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

 

Lascia un commento

avatar
400