Isola pedonale, l’appello di “Radici”: «Non dimentichiamoci di essere una città metropolitana»

I membri dell'associazione chiedono l'istituzione di un'area permanente, puntando sul Viale San Martino: «Bisogna dare alla città un look diverso»

 

MESSINA. Torna a cadenze periodiche l’eterna e mai risolta questione “isola pedonale”. A tirare in ballo nuovamente l’argomento è l’associazione “Radici”, che chiede a gran voce l’istituzione di un’area permanente, puntando sul Viale San Martino.

«Ogni città – si legge in una nota – ha la sua isola pedonale, a Messina è purtroppo oggetto di scontro  e non di confronto. Riteniamo che la qualità di vita di una città passi inevitabilmente dagli spazi di  libertà per i cittadini.  Non è più accettabile la querelle tra via dei Mille piuttosto che viale San Martino o piazza Duomo.  Serve un confronto serio ma allo stesso tempo la capacità di decidere. Radici ritiene che il Viale San Martino resti inevitabilmente la zona che meglio si adatta a diventare isola pedonale, per la sua naturale conformazione. Ciò ovviamente non esclude la possibilità di valutare altre soluzioni. L’unica cosa certa è che bisogna dare alla città un look diverso. Si potrebbe iniziare con una sperimentazione il fine settimana per poi adottare delle scelte definitive. Non è possibile – concludono – animare il dibattito sull’isola pedonale solo in occasione del Natale. Non dimentichiamoci di essere una città e pure metropolitana».

1
Lascia un commento

avatar
400
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Anonimo Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Anonimo
Ospite
Anonimo

Siamo l’unica città senza un’area pedonale, è vergognoso.
Io pedonalizzerei il viale s. Martino, dalla s. Cecilia a cairoli, pure il duomo.
Però bisognerebbe fare in modo di far rispettare il provvedimento.
Bisogna comunque essere obiettivi, non funzionerà mai.