Pesca illegale: controlli su una barca a largo di Capo Peloro

Rigido il pugno di ferro della Guardia di Finanza che perlustra tutta la zona dello Stretto dove adesso comincerà il periodo più fertile di pesca

 

MESSINA. Con l’avvio delle belle giornate comincia anche la stagione più intensa di pesca spesso senza il rispetto delle norme previste dalla legge. Questa mattina la Guardia di Finanza ha bloccato, nella zona di Capo Peloro, una barca che procedeva a una distanza dalla costa non consentita e che, probabilmente, stava pescando con delle reti a circuizione o a strascico sottocosta.

A bordo della barca non è stato ritrovato alcun prodotto ittico, perché l’intervento rapido delle forze dell’ordine ha bloccato subito le operazioni di pesca. I militari dell’arma hanno proceduto comunque con la verbalizzazione di diversi reati.

Il video dell’ex consigliere di circoscrizione Giuseppe Sanò.

 

Lascia un commento

avatar
400