Maltrattatemi e minacce ai danni di madre e sorella, ai domiciliari un 33enne di Falcone

Secondo le accuse, il giovane avrebbe preteso e ottenuto dei soldi in contatti per l'acquisto di sostanze stupefacenti

 

MESSINA. Maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione commessi ai danni della madre 59enne e della sorella, 29enne. È l’accusa della quale è accusato un 33enne di Falcone, S. G., adesso agli arresti domiciliari. Il giovane era già stato sottoposto a una misura di allontanamento dalla casa familiare e al divieto di avvicinamento ai familiari, già in atto dalla fine del 2017.

Secondo le ricostruzioni degli agenti, il giovane sarebbe responsabile di ripetuti maltrattamenti e minacce. In particolare, il 33enne  avrebbe preteso e ottenuto dalla madre e dalla sorella del denaro contante per l’acquisto di sostanze stupefacenti. 

Le violazioni commesse dall’uomo, nell’ultimo periodo, hanno determinato il sostituto procuratore Alice Parialò a chiedere l’aggravamento della misura cautelare.

Lascia un commento

avatar
400