Pena ridotta in appello per il 25enne che tentò di dare fuoco alla sua ragazza

Dieci anni di reclusione a carico di Alessio Mantineo, accusato di aver gettato liquido infiammabile addosso a Ylenia Bonavera, due anni fa

 

MESSINA. Pena ridotta di due anni, rispetto al primo grado, per il venticinquenne Alessio Mantineo, l’uomo che due anni fa gettò liquido infiammabile addosso alla sua ragazza, Ylenia Bonavera, procurandole ustioni di secondo e terzo grado ad una mano e un fianco. Rispetto alla pena di dodici anni in primo grado, la sentenza d’appello ha visto i giudici decidere per la riduzione a dieci anni per tentato omicidio.

Ad incastrare Alessio Mantineo era stato il video di una stazione di servizio della zona sud di Messina e gli accertamenti della Squadra mobile. La telecamera del sistema di sorveglianza quella notte lo ha ripreso alla cassa mentre acquistava delle sigarette e si faceva dare una bottiglia di plastica vuota pagando un euro di benzina. La difesa ha sostenuto che quella benzina serviva per il motorino rimasto a secco di carburante.

Lascia un commento

avatar
400