Sfratto della onlus “Acca Gaia”, Alessandro Russo si appella all’Amministrazione

In un'interrogazione rivolta al sindaco Cateno De Luca, il consigliere comunale di LiberaMe chiede un incontro urgente con i vertici dello Iacp per trovare un compromesso

 

MESSINA. L’Associazione “Acca Gaia Onlus”, che si occupa di assistenza ai disabili e ai soggetti svantaggiati, ha ricevuto il 18 dicembre 2018 un avviso di sfratto per morosità da parte del legale incaricato dallo IACP di Messina. il quale ha addotto come motivazione il mancato rispetto di un piano di ammortamento “in origine concordato e non rispettato”. E Alessandro Russo, consigliere comunale di LiberaMe, interroga il sindaco Cateno Der Luca per chiedere cosa abbia intenzione di fare l’amministrazione, e “un urgente incontro con i vertici dello IACP di Messina al fine di addivenire ad un compromesso risolutivo delle vicende”.

Per insufficienze economiche dei responsabili dell’Associazione “Acca Gaia”, riporta Russo, nel corso degli ultimi 7 anni non sono stati più corrisposti i canoni dovuti allo IACP di Messina, “nonostante i numerosi e documentabili interventi di manutenzione effettuati sulle strutture del locale interessato”.

“La Onlus “Acca Gaia” è una associazione di promozione sociale che ha sempre svolto attività a sostegno delle persone diversamente abili – scrive Russo – e che versano in condizioni di disagio sociale ed emarginazione, focalizzando la sua iniziativa alla integrazione dei citati soggetti in difficoltà nel tessuto sociale della città, con numerose iniziative documentabili, spesso in sinergia con le stesse istituzioni locali e con altri enti di promozione sociale”, e in virtù di questo, Russo chiede di “poter ottenere il comodato d’uso gratuito dei locali in ragione delle meritorie attività svolte”, o di trovare una destinazione alternativa, in locali comunali, se il concordato con l’Iacp non dovesse andare a buon fine.

Lascia un commento

avatar
400