Defibrillatori in tutte le circoscrizioni: Alessandro Geraci (m5s) chiama in causa Accorinti. E sprona De Luca

La delibera di consiglio dell'esponente della terza circoscrizione, accolta dall'assessore Massimiliano Minutoli: «Un gesto di solidarietà verso tutta la comunità che potrebbe rappresentare anche un monito per l'attuale Amministrazione sul tema decentramento»

 

MESSINA. Dotare tutte le Circoscrizioni Messinesi di defibrillatori ed avviare un corso di formazione rivolto ai consiglieri e al personale impiegato nei quartieri. È la richiesta del consigliere della terza circoscrizione Alessandro Geraci (m5s), proponente di una delibera di consiglio, accolta da tutti i colleghi e prontamente accolta dall’assessore Massimo Minutoli, che lo scorso 15 novembre chiedeva all’Amministrazione di dotare la sede della 3 circoscrizione di un defibrillatore e di avviare un corso BLSD di formazione per i consiglieri e il personale impiegato.

“Un recente studio – spiega – ha fatto emergere come la sopravvivenza all’arresto cardiaco abbia raggiunto il 93% nei centri dotati di defibrillatori, contro il 9% dei centri che ne erano privi. Solo nel 2017, in tutte le sedi della città sono stati erogati servizi per oltre 104mila cittadini (tra certificati, cambi di residenza, carte d’identità etc) con una media di prestazioni giornaliere di oltre 400 utenti al giorno. Numeri che potrebbero crescere esponenzialmente e che, contrariamente alla volontà del Sindaco Cateno De Luca di abolire i quartieri, dimostrano l’importanza delle circoscrizioni”, prosegue il Vicepresidente, che evidenzia la quantità di servizi erogati nonostante le enormi difficoltà logistiche nell’operare quotidianamente, tra riscaldamenti non funzionanti, supporti informatici obsoleti o assenti e personale carente nelle facenti funzione.

Infine la richiesta all’ex primo cittadino di Messina Renato Accorinti: “Chiedo all’ex sindaco di donare i defibrillatori che ha annunciato di aver acquistato, alla sedi delle circoscrizioni. Un gesto di solidarietà verso tutta la comunità che potrebbe rappresentare anche un monito per l’attuale Amministrazione sul tema decentramento: un argomento che il Sindaco De Luca non ha mai voluto affrontare malgrado i continui solleciti e le numerose richieste di confronto”.

Lascia un commento

avatar
400