Cinque cose da fare questo sabato a Messina

Teatro (molto), arte all'asta, concerti di livello internazionale, nuovi locali che puntano sulla qualità e... il ritorno degli anni '70, nella consueta guida pratica per indecisi, ritardatari e tiratardi del sabato sera. Perchè "A messina non c'è nenti"

 

 

 

Al Palacultura asta di inchiostri e tele del maestro Bruno Samperi

 

In occasione del Natale, l’iniziativa “Sostieni un Paziente a Distanza”, torna in compagnia del Maestro Bruno Samperi. A partire dalle 16 al Palacultura di viale Boccetta saranno esposti e venduti gli inchiostri; il ricavato degli stessi sarà devoluto interamente all’associazione. Dalle 18 in poi si aprirà l’asta delle tele del Maestro. Ci sarà inoltre il sorteggio di una tela, a cui é possibile partecipare acquistando un biglietto.
Bruno Samperi è nato a Messina nel 1933. Artista autodidatta e fieramente indipendente, approccia l’arte contemporaneamente al suo lavoro presso la tipografia di famiglia. Sono gli anni ’50 e Samperi tra inchiostri, pochi all’epoca, e macchine stampatrici incontra gli artisti protagonisti del dibattito cittadino allora riuniti alla celebre galleria “Il Fondaco”. Il suo esordio è figurativo, tuttavia è nell’Informale che Samperi trova i mezzi per la sua esuberante produzione.
Provocatore spesso in aperta polemica con le istituzioni culturali della città, Samperi definirà se stesso come pittore biologo (Previti 2012), un descrittore della vita di cui rimarrà sempre uno spietato e geniale amante.

Pagine:Pagina precedente 1 2 3 4 5 Pagina successiva

Lascia un commento

avatar
400