Forza Italia: “Il Governo vigili su accorpamento gestori degli aeroporti siciliani”

L’interrogazione al ministro Toninelli da parte dei deputati siciliani del partito, fra cui Nino Germanà, Stefania Prestigiacomo e Matilde Siracusano, in merito alla ventilata possibilità che i sei aeroporti regionali vengano gestiti da due sole società

 

MESSINA. I deputati siciliani di Forza Italia Nino Germanà, Stefania Prestigiacomo, Giusi Bartolozzi, Nino Minardo, Francesco Scoma e Matilde Siracusano hanno presentato un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, in merito agli aeroporti siciliani.

“Da notizie di stampa – si legge in una nota – si ventila la possibilità che i sei aeroporti di interesse nazionale vengano gestiti da due sole società. In questo caso i parlamentari azzurri chiedono di sapere se il governo verificherà il piano industriale per garantire agli utenti servizi efficienti e un incremento della redditività, in particolare per quelli di Comiso e Trapani”.

I deputati chiedono inoltre di sapere se, al fine di ottimizzare il servizio, il Ministro vigilerà per evitare il congestionamento degli aeroporti, allineando la capacità a terra e in volo. Infine, se il governo procederà all’individuazione degli interventi infrastrutturali prioritari per gli aeroporti di interesse nazionale – Palermo, Catania, Trapani, Comiso, Pantelleria e Lampedusa – e se promuoverà l’adozione di un programma che ne potenzi la capacità, l’accessibilità e l’intermodalità mediante il potenziamento della rete stradale, autostradale e marittima e garantire al meglio la libertà di spostamento interna e esterna alla Regione Siciliana.

 

Lascia un commento

avatar
400