Internazionalizzazione piccole e medie imprese all’Università di Messina

Ultima giornata della "Rassegna Internazionale delle Competenze", che ha fatto segnare oltre 5000 presenze di giovani provenienti da Messina e provincia e dalla Calabria

 

MESSINA. L’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese italiane è stata al centro dell’ultima giornata della Rassegna Internazionale delle Competenze in programma dal 6 novembre al plesso centrale dell’Ateneo di Messina. Oltre 200 studenti questa mattina hanno partecipato alla plenaria conclusiva moderata dal giornalista di Gazzetta del Sud Sebastiano Caspanello. In un’aula magna gremita si sono alternati gli interventi di Marco Montecchi, rappresentante delle Camere di Commercio Italiane all’Estero area Europa, padre Sergio Siracusano direttore dell’ufficio regionale delle Cesi per i problemi sociali e il lavoro, Angela Mezzasalma delegato al Job placement dell’Università di Messina e Valentina Conti del Consorzio universitario AlmaLaurea.

Il vice ministro all’Istruzione Lorenzo Fioramonti ha voluto inviare un messaggio ai giovani partecipanti alla Rassegna evidenziando l’importanza dell’evento e della costruzione di forti legami tra mondo universitario e il mercato del lavoro. “Spero che questa iniziativa diventi un modello di riferimento per altre regioni d’Italia in modo che i nostri giovani siano non soltanto ben orientati sulla scelta del loro percorso universitario, ma siano studenti formati adeguatamente per i lavori del futuro”.

A tracciare un bilancio della manifestazione che si concluderà questa sera con un concerto del conservatorio Corelli, è stato Carmelo Lembo dell’Associazione Bios, uno tra gli organizzatori della Rassegna. “In totale sono state oltre 5000 le presenze di giovani provenienti da Messina e provincia e dalla Calabria – ha dichiarato Lembo – siamo soddisfatti di questi numeri e consapevoli che si può certamente fare ancora meglio nelle prossime edizioni, soprattutto nel settore del recruitment, per questo nei prossimi mesi non faremo mancare il nostro sostegno al Cop per organizzare un’altra iniziativa interamente dedicata a questo comparto”.

Lascia un commento

avatar
400