Atm, si mobilitano gli studenti: «Apriamo l’inchiesta territoriale sul trasporto pubblico»

L'Unione degli Studenti di Messina lancia la campagna territoriale "#MiMuovo" e invita gli utenti più giovani a dire la loro sulla qualità del servizio, i tempi di attesa alla fermata e la durata del tragitto verso scuole e università. Senza dimenticare shuttle e tram

 

MESSINA. Dopo l’entrata in vigore del nuovo corso di Atm e le numerose modifiche alle linee che tanto hanno fatto discutere, l’Unione degli Studenti di Messina lancia la campagna territoriale “#MiMuovo” con un’inchiesta aperta a tutti gli studenti e le studentesse per evidenziare i disagi del trasporto pubblico messinese, mettendo in luce i disservizi e avanzando proposte concrete.

«Abbiamo partecipato a manifestazioni, rilasciato comunicati stampa e condotto delle denunce pubbliche per sensibilizzare la popolazione studentesca: ora la parola va agli studenti e alle studentesse – si legge in una nota – Contro la privatizzazione e ai tagli fatti da De Luca, mobilitiamoci e compiliamo il form verso il #16Novembre».
Obiettivo dell’indagine, rivolta principalmente agli studenti medi e universitari, è quello di pubblicare dati precisi sulla valutazione dei giovani utenti, chiamati a dire la loro in merito alla frequenza di utilizzo dei bus, alla durata del tragitto casa-scuola e alle linee notturne, senza dimenticare lo shuttle, il tram e il tempo di attesa alla fermata.
Qui il link per il form.

Lascia un commento

avatar
400