Pestaggio ai danni di un 29enne, nove anni per Tavilla e otto per Doddis e Di Stefano

Dure condanne per la violenta aggressione avvenuta a maggio del 2017 tra via Garibaldi e Piazza Cairoli, nel cuore della movida messinese. Il tutto era scaturito dal mancato rispetto della fila per il bagno in un locale della zona

 

MESSINA. Dure condanne per il violento pestaggio ai danni di un ventinovenne (e per l’aggressione ad un suo amico) avvenuto a maggio del 2017 tra via Garibaldi e Piazza Cairoli, nel cuore della movida messinese. I giudici della Seconda sezione penale del Tribunale, hanno condannato a 9 anni Giovanni Tavilla mentre sono stati condannati a 8 anni ciascuno Alessio Doddis e Giosuè Di Stefano. L’accusa contestava il tentato omicidio e le lesioni aggravate. Il pubblico ministero Annamaria Arena aveva chiesto la condanna a 9 anni per tutti e tre. Nella difesa impegnati gli avvocati Salvatore Silvestro e Antonello Scordo.

Secondo un’indagine della Squadra mobile il pestaggio era scoppiato per un banale diverbio avvenuto poco prima. In particolare per il mancato rispetto della fila per il bagno in un locale della zona. Il giovane fu accerchiato da un branco e colpito a calci e pugni anche quando si trovava per terra. Un pestaggio violento che ha ridotto il povero ragazzo in gravissime condizioni, fu ricoverato in prognosi riservata ma riuscì a cavarsela. Gli investigatori della Squadra mobile risalirono ad alcuni giovani grazie alle telecamere di sorveglianze ed alcune testimonianze.

Lascia un commento

avatar
400