Cinque cose da fare questo sabato a Messina

Cinque cose da fare questo sabato a Messina

La guida ragionata di Lettera Emme per indecisi, ritardatari e tiratardi, tra cene con sapori tradizionali nei mercati rionali, vinili da ballare, ultimi scampoli di teatro e feste che non si capisce se siano le ultime di primavera o le prime dell'estate

 

Sapori rurali al mercato del Muricello (e melenzane vegane a Paradiso)

 

Il mercato coperto del Muricello si conferma una delle realtà più vive della città. E se questa affermazione riferita a un semplice mercato può sembrare bizzarra, è perchè non si ha ben chiaro il crocevie di culture che al Muricello si incontrano.

Dopo il tango delle scorse settimane, stasera dalle 20, la Cassetta della Salute, in collaborazione con al federazione agricoltori siciliani organizza “Tradizioni e sapori rurali ….quando la campagna va in città”, un tripudio di delizie per il palato tra formaggi freschi (e caldi), salumi, ortaggi, manicaretti tipici della tradizione popolare, e calici di Nerello mascalese Dop per mandare giù il tutto.

Dieci euro per gli adulti, cinque euro per bambini, prenotazione al 3400889744, si inizia alle 20 e si va avanti finchè c’è ancora posto nella pancia.

Per chi abbraccia la filosofia vegana, la Bottega del formaggio vegano organizza, al B&B Ligheia di via consolare Pompea 39, la serata della melanzana declinata secondo la filosofia “niente che una volta camminasse”: serata da trascorrere degustando prelibatezze vegane a base di melanzane in una suggestiva location con terrazza vista mare sulla litoranea di Paradiso. Prenotazione obbligatoria

 

 

Pagine: 1 2 3 4 5 Pagina successiva

1
Lascia un commento

avatar
400
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Salvatore Ruggiano Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Salvatore Ruggiano
Ospite
Salvatore Ruggiano

Spero che queste iniziative si moltiplichino e che ogni quartiere possa svolgere il suo programma mensile, da comunicare anche alle agenzie di viaggi per far conoscere ai turisti di passaggio luoghi, sapori e caratteristiche e avere un contattdal vivo per far conoscere meglio la città, e le sue offerte culturali, riti, odori e sapori, oltre ai siti storici e museali e quelli di Tindari e Taormina.