Barcellona, incendiato ingresso della casa di una cancelliera del Tribunale

Un atto intimidatorio sul quale adesso indaga la procura del Longano. Il presidente Giovanni De Marco replica: "Non ci faremo intimidire"

BARCELLONA POZZO DI GOTTO – Nella notte tra l’11 e il 12 aprile è stato incendiato l’ingresso dell’abitazione estiva di Annalina Perdichizzi, rappresentante sindacale della Fp Cgil: ““Ignoti, avvezzi, come scarafaggi, ad un agire solo nell’ombra, hanno appiccato il fuoco all’ingresso dell’abitazione”.  Così ne ha dato notizia il presidente del Tribunale, Giovanni De Marco in una nota.  E De Marco risponde duramente: “Probabilmente tale gesto è finalizzato a condizionare l’attività di questo Ufficio giudiziario. Questo Tribunale non si lascia intimidire e proseguirà con rafforzata determinazione la propria intransigente azione a tutela della legalità, indifferente a qualsiasi forma di pressione”.

“Da sempre denunciamo l’esposizione eccessiva dei funzionari della giustizia, soprattutto nei piccoli tribunale, dove la personalizzazione delle azioni in campo è molto facile. Quello di Barcellona è un tribunale in prima linea, dove il presidente negli ultimi anni ha dato una forte accelerazione agli arretrati. Fare una correlazione in questo momento è inevitabile ma la cautela è d’obbligo”, commenta, invece, il segretario provinciale della Fp Cgil, Francesco Fucile

Sull’incendio adesso indaga la procura di Barcellona.

 

Lascia un commento

avatar
400