spaghetti-al-picchio-pacchio

Spaghetti al Picchio Pacchio (ricetta rivisitata)

La ricetta che ti raccontiamo oggi è una rivisitazione della pasta al picchio pacchio palermitana. Si tratta di una ricetta, originariamente a base di pomodoro, prezzemolo e aglio, che Marialuisa ha scoperto a Palermo durante gli anni dell’università. 

L’origine di questo simpatico nome è controversa. C’è chi sostiene, che il nome derivi dal termine dialettale palermitano ” Pacchio”, che indica il sesso femminile. Sarà perché il sapore di questa ricetta è davvero eccitante? Altri, invece, credono che il nome derivi dallo sfrigolio che fanno i pomodori quando vengono gettati nella padella a rosolare nell’olio.

Una ricetta veloce, che non richiede nessuna preparazione particolare.

Tradizionalmente, è preferibile usare della pasta lunga, condita con un sugo a base di pomodoro a dadini, cotto in padella, per pochissimi istanti, insieme a prezzemolo e aglio.

Ingredienti della pasta al “Picchio Pacchio”

ingredienti-della-pastasta-al-pic-pac

La nostra ricetta si ispira a questo piatto povero, variando la preparazione e mixando gli ingredienti, insieme a mandorle d’Avola, per ottenere una crema densa, di cui vestire gli spaghetti.

Per preparare il condimento per 2 persone ti occorre:

  • prezzemolo fresco (5 o 6 rametti)
  • 6 o 7 pomodorini ciliegini di pachino
  • 1 spicchio d’aglio privato dell’anima
  • 5 mandorle d’Avola
  • olio extravergine d’oliva
  • 3 filetti d’acciuga
  • pepe nero in grani

La pasta al picchio pacchio, o pic pac, è una ricetta veloce della cucina povera palermitana. Oggi giochiamo a renderla più sfiziosa con l’aggiunta di alcuni ingredienti. Tra tutti, le mandorle dAvola, prodotte nella zona della val di Noto, regaleranno al condimento un sapore ricco. Anche se si tratta solo di 5 mandorle. La caratteristica fragranza e il sapore delicato, oltre a una forma leggermente schiacciata e pizzuta, contraddistinguono questo prodotto dalla mandorla comune. Viene usata prevalentemente in pasticceria, ma, come puoi immaginare, è deliziosa anche nelle preparazioni salate, come quella che stiamo per raccontarti.

Preparazione della pasta al Pic Pac

fettuccine-al-picchio-pacchio

Pronto a cucinare? Metti la pentola sul fuoco. Mentre attendi l’ebollizione avrai tempo sufficiente per disporre tutti gli ingredienti sul tuo piano di lavoro. Pomodoro, mandorle, prezzemolo, pepe, i tre filetti di acciughe e aglio. Gli ingredienti  non hanno quasi bisogno di alcuna preparazione. Dovrai solo sciacquare bene i ciliegini e il prezzemolo. Pratica sull’aglio un taglio, dividendolo in due. In questo modo la camicia verrà via facilmente e potrai eliminare l’anima senza alcuna difficoltà.

Metti tutti gli ingredienti dentro il bicchiere del frullatore a immersione.

sugo-veloce-siciliano-preparazione-con-minipimer

Appena l’acqua raggiunge l’ebollizione aggiungi una manciata di sale, la pasta, e i pomodori ciliegini. Attendi qualche minuto. Ti accorgerai che il pomodoro è pronto per esser tolto dalla pentola appena la pelle esterna si sarà spaccata. In questo modo, dopo averli sbollentati, potrai pelare i pomodori con estrema semplicità.

Una volta pelato, il pomodoro ciliegino andrà insieme agli altri ingredienti, nel bicchiere del frullatore.

Cucina veloce e sporca solo una pentola

rivisitazione-del-picchio-pacchio-alla-palermitana

Vuoi una buona notizia? Questo significa che userai, in tutta la preparazione, solo una pentola. Quella in cui stai cuocendo la pasta. Mica male no? Impiegherai anche poco tempo a rassettare, oltre che a cucinare.

Accendi in mixer e riduci tutto a una salsa non troppo densa. Curioso di scoprirne il sapore? Su, siamo quasi pronti per impiattare. Resisti. Oppure assaggia. A te la scelta.

La pasta è cotta. Quindi hai solo qualche altro passaggio.

Scopri tutte le nostre salse di verdure veloci (fatte con il frullatore a immersione)

Scola gli spaghetti e riversali in pentola. Aggiungi la salsa che hai preparato e mescola bene. Vesti di sugo gli spaghetti con movimenti rapidi, dal basso verso l’alto, che facciano prendere aria alla pasta. Appena avranno assorbito il condimento dovrai solo munirti di mestolo e forchettone da cucina. Sminuzza una mandorla a testa: ti servirà per finire il piatto con un pizzico di croccantezza. Inoltre, taglia ancora qualche foglia di prezzemolo. Sei pronto?

Impiatta a regola d’arte e stupisci i tuoi ospiti

come-impiattare-bene-la-pasta-lunga

Presentare a tavola un piatto bello, oltre che buono e sano, è un’arte che puoi imparare in quattro e quattr’otto. Devi sapere che creare un bel nido di spaghetti, oltre che essere un bel modo di portare a tavola un primo piatti degno di un applauso, è un buon modo per non far freddare tutto nel giro di pochi minuti.

Avvolgi gli spaghetti intorno a un forchettone da cucina, posto all’interno di un mestolo. Gira finché il tuo nido di pasta non avrà un aspetto regolare. Fatto? Adesso puoi adagiare tutto al centro del piatto. Scegli tu se fondo o piano. Infine, cospargi il piatto con la granella di mandorla e qualche fogliolina di prezzemolo. E buon appetito!

Ti aspettiamo su Primi Veloci

spaghetti-al-picchio-pacchio

Piaciuta la nostra variante della pasta al picchio pacchio? Aspettiamo un feedback nei commenti, e se il nostro modo di cucinare veloce ti piace, sappi che non vediamo l’ora di regalarti molte altre ricette sul nostro ricettario online. Troverai tanti primi, tutti facili da realizzare, veloci e anche economici. Cosa aspetti a sbirciare tra le nostre preparazioni?

Lascia un commento

avatar
400