Messina ricorda Felice Bisazza, ieri l’evento al Palacultura

Musica, teatro e poesia per il 150° anniversario della morte dell'intellettuale messinese. Fra i partecipanti, il musicologo Cesare Natoli e l'assessore alla Cultura Federico Alagna

 

MESSINA. Si è svolto ieri, martedì 5 Dicembre, l’evento di musica, teatro e poesia per commemorare il 150° anniversario della morte di Felice Bisazza. La manifestazione, in scena nell’Auditorium del Palazzo della Cultura, è stata arricchita da momenti espositivi e musicali tratti dalla vita e dalle opere, prevalentemente romantiche, del grande autore messinese. Fra i partecipanti, Daniela Bombara dell’Università di Messina, il docente Stefano Morabito, il segretario generale del Comune Antonio Le Donne e il musicologo Cesare Natoli, che ha accompagnato al pianoforte il soprano Giulia Greco e il tenore Davide Benigno.

Allo spettacolo era presente anche l’assessore alla Cultura Federico Alagna, che si è soffermato sulla complessa e multiforme personalità dell’intellettuale messinese: «Ricordare Felice Bisazza vuol dire recuperare momenti importanti del nostro passato, ma anche comprendere quanto la Sicilia non sia stata mai, come affermava Giovanni Gentile, “sequestrata”, priva di contatti con i fermenti innovativi del resto d’Italia».

Felice Bisazza, nato a Messina il 29 Gennaio 1809  e morto nel 1867 a causa di un’epidemia di colera, è stato un letterato italiano appartenente al movimento romantico. La sua carriera come compositore incominciò all’età di soli vent’anni. Fu poeta lirico, critico letterario, librettista e compositore di ballate.

Seguici su Facebook

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!

avatar
400
wpDiscuz