Messina, bici elettriche per venti dipendenti del Comune

Palazzo Zanca sperimenterà per conto del ministero dell'Ambiente un prototipo di bicicletta " “ad alto rendimento ed emissioni zero”: andranno ai dipartimenti Mobilità all'Atm e Cultura al PalAntonello. Firmato il contratto di fornitura con Ducati Energia

 

MESSINA. Tra qualche mese, venti dipendenti del comune di Messina (dieci del dipartimento Mobilità all’Atm e dieci del dipartimento cultura e del distaccamento Nord della Polizia municipale), per i loro spostamenti istituzionali useranno un prototipo di bici elettrica che Messina sperimenterà per conto del ministero dell’Ambiente.

Il finanziamento concesso dal ministero è di ventiquattromila euro, e servirà a dotare il Comune di  venti prototipi di bicicletta a pedalata assistita “ad alto rendimento ed emissioni zero” chiamata“e-bike 0”, e per cofinanziare due rastrelliere elettriche di ricarica dei mezzi elettrici.

Delle rastrelliere si occuperà la Ducati Energia, che in questi giorni ha anche firmato col Comune un contratto di comodato d’uso delle bici, che poi diventeranno di proprietà di Palazzo Zanca. Le rastrelliere saranno installate nelle prossime settimane, e subito dopo arriveranno le bici, che i dipendenti dei due dipartimenti useranno per gli spostamenti istituzionali, e sperimenteranno per conto del Ministero.

Seguici su Facebook

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!

avatar
400