Parole con la M che esistono solo a Messina

 

Manciaciumi

 

Manciaciumi ha due significati principali: quello letterale, che rimanda al prurito, all’istinto insopprimibile di grattarsi, e quello figurato, legato a uno stato di irrequietezza esistenziale che ci corrode dal di dentro. 

In questa accezione, il manciaciumi è una smania interiore, un solletico incessante nell’anima che non può essere placato con l’antica tecnica dell’arraspamento.  

Solitamente dettato da uno stato d’apprensione, o comunque da una insofferenza indeterminata, può essere quietato solamente proiettando i tumulti interni verso l’esterno: è l’organismo in quanto involucro che si proietta sulla sua superficie, affidando al dinamismo del corpo, alla compulsività dei movimenti, ciò che non è in grado di ammansire con l’intelletto.

Da qui il variegato repertorio di tic, gesti reiterati e attrazioni morbose verso un oggetto o una parte anatomica che diventano inspiegabilmente – da un momento all’altro – il perno focale attorno a cui ruota il mondo. 

Diverso è il caso della manciaciume sessuale. In questo caso aspetto letterale a aspetto figurato convergono, sublimandosi in un unico atto meccanico e consolatorio che serve a dissipare, con la libido, quella misteriosa ansia cosmica che ci divora. 

 

 

Pagine:Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 Pagina successiva

9
Lascia un commento

avatar
400
7 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
mmpippolipariGiovannaGiovanniAlfio Lanaia Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Sergio Todesco
Ospite
Sergio Todesco

very good!

Maria
Ospite
Maria

Mammafausa mi ha fatto ricordare di un gioco che facevamo da bambini forse era a “nascondino”?

Ivano Rotondo
Ospite
Ivano Rotondo

mi hai fatto ridere, bravo!
al prossimo giro mettici dentro anche “masticante”, un capolavoro senza tempo

pippolipari
Ospite
pippolipari

quoto! “masticante” è un capolavoro linguistico messinese doc!

Alfio Lanaia
Ospite
Alfio Lanaia

Mi sembra come minimo esagerato il sottotitolo (parole con la M che esistono SOLO (sic!) a Messina), dal momento che alcune parole (minarsela, manciaçiumi) sono almeno pansiciliane. In questi casi, invece di Wittgenstein, basterebbe un vocabolario dialettale per rendersene conto.

Giovanni
Ospite
Giovanni

“Milla” che bell’articolo!!

Giovanna
Ospite
Giovanna

Suffareddu. Lo dice sempre mia mamma ai miei figli. Ma chi aviti u suffareddu ‘nto culu? Per indicare la loro irrequietezza e l’ essere molto vispi.

Sciabbacheddu oltre per indicare il pesce, serve ad indicare la presenza in un luogo di ragazzini.
‘Nto viali oggi c’era un saccu i sciabbacheddu

pippolipari
Ospite
pippolipari

Grande Marino! …alla voce “minarsela” aggiungerei l’evocativo (e mai sentito altrove) “minarla alle bratte” (dicasi di azione inutile, inconcludente)